29
Gen

Situato nell’alta Valle de Sestaione, ad una quota compresa tra i 1270 e i 1300 mt, questo particolare “giardino alpino” accoglie piante di grande interesse scientifico, molte delle quali sono oggi in via di estinzione. Aperto al pubblico nel 1987, copre un’area di 14000 mq, dedicati in gran parte al bosco, con vegetazione tipica della foresta appenninica ed alcune specie arboree di importazione. Una piccola zona è occupata da un giardino di rocce arenarie e calcaree e da un laghetto circondato da una piccola zona paludosa.

Il percorso attraverso il bosco segue un sentiero principale; ad un certo punto due deviazioni portano: a destra sino al torrente Sestaione, a sinistra ad un grosso macigno coperto da una variegata serie di muschi e di licheni. Poco oltre, il tracciato principale conduce all’area rocciosa dell’Orto Botanico; qui, tra le piante da osservare, quelle tipiche della montagna pistoiese ed altre che provengono da one vicine, come la rara Vedovella, che cresce sulle rocce del Balzo Nero e delle Alpi Apuane.